La Comunità e l'Associazione dei Sistemisti Informatici della Pubblica Amministrazione

Ilger

Approvato il decreto sviluppo su carta di identità elettronica e anagrafe unificata

Il consiglio dei ministri ha approvato il decreto crescita. Lo ha annunciato il presidente del consiglio, Mario Monti in una conferenza stampa a Palazzo Chigi.

AMMINISTRAZIONE PUBBLICA

Tra i provvedimenti più importanti, l'introduzione della carta di identità elettronica - o meglio il documento digitale unico - che verrà fornito gratuitamente ai cittadini. Questo strumento sarà chiave di volta dell'unificazione di tutte le anagrafi permettendo un «censimento continuo e aggiornato in tempo reale». Importanti novità anche nella sanità, con il fascicolo sanitario elettronico in tutti gli ospedali di Italia. Entro il 2015 saranno poi introdotte le ricette digitali. Cambiamenti anche nel campo della giustizia perché «tutte le notificazioni di cancelleria avverranno per via telematica con posta certificata accorciando i tempi dei processi», ha spiegato il ministro Filippo Patroni Griffi. Il ministro dello sviluppo e infrastrutture, Corrado Passera ha poi sottolineato come questi provvedimenti «favoriscano la spending review, una migliore pubblica amministrazione, e permettano di accorciare i tempi della giustizia».

DATI IN FORMATO APERTO -

Tra le misure approvate dal Governo nell'ambito dell'agenda digitale all'interno del decreto crescita 2, c'è dunque la completa digitalizzazione dell'ammistrazione pubblica. A livello di metodo la pubblicazione dati e informazioni in formato aperto. I dati e le informazioni forniti dalla pubblica amministrazione dovranno essere obbligatoriamente pubblicati in formato aperto (cd. open data). In questo modo sarà possibile ampliare fortemente l'accesso a informazioni di pubblica utilità, favorendone il riutilizzo per analisi, servizi, applicazioni e soluzioni, con sensibili ricadute dal punto di vista della crescita economico-sociale. Tali dati avranno una licenza d'uso aperta e saranno dunque utilizzabili - in primis da persone affette da forme di disabilità sensoriali - senza alcun tipo di restrizione.

Fonte: Corriere della sera

Categoria: